Giovedì 22 Febbraio 2018 – ore 15,00 – sala civica di Vago

TESTIMONIANZE DI200px-Logo_UNITALSIvideo-play-button
VOLONTARIATO
Unitalsi: un lume acceso
Giorgio Girlanda

Verrà presentato al nostro pubblico il ‘gruppo unitalsi’  e verrà illustrato il lavoro svolto dedicato alle persone che hanno bisogno di aiuto… ci verrà spiegato cosa significa ‘candela accesa a fianco dell’ammalato’ e un bellissimo video testimonierà il loro operato.

985-BAMBINIlogo-chernobyl-smile

 

Giovedì 15 Febbraio 2018 – ore 15,00 – Sala Civica di Vago

STORIADSCN9548
Carità pubblica e Carità privata video-play-button
in età moderna:
povertà e infanzia abbandonata
dott. Elvira Chiosi e dott. Aniello D’Iorio

Antico come il mondo, nell’età della globalizzazione il problema della povertà si presenta drammaticamente anche nei paesi considerati ricchi. Dopo lunghi anni di una crisi non solo economica oggi più che mai si avverte la difficoltà di comprendere e definire i termini che descrivono l’ampio universo di questo fenomeno. Ricostruire, sia pure per grandi linee, la storia di alcune politiche di contrasto alla povertà messe in atto nell’età moderna può aiutare la riflessione sulle sfide dei tempi contemporanei. Il rinnovamento storiografico, avviato a partire dagli anni Sessanta del Novecento, ha portato all’attenzione e alla sensibilità delle nuove generazioni di storici i temi della indigenza, dell’emarginazione sociale e dell’assistenza. Dal XVI al XIX secolo sorsero numerose istituzioni di beneficenza, non solo ospedali per ogni sorta di malattia, ma anche ospizi per l’infanzia abbandonata. Tra le numerose iniziative avviate nelle principali città italiane quella della Santa Real Casa dell’Annunziata a Napoli riveste una rilevante importanza per le quattro opere in essa offerte: l’ospedale, la ruota per accogliere i bambini esposti e poi allevarli, il conservatorio per le fanciulle, la Chiesa. La sua storia si intreccia con quella della Città e del Regno e l’attraversa per tutta l’età moderna, offrendo la rappresentazione della presenza dei ceti urbani nella vita non solo religiosa, ma anche economica e politica della capitale, con un ingente patrimonio di terre, rendite e feudi e la creazione di un Banco di deposito e di erogazione del credito, sul modello dei Monti di Pietà dell’intera Penisola. Ancora oggi, dopo radicali mutamenti, è forse uno dei luoghi più amati dal popolo.
ruota-espostiReal-Casa-dellAnnunziata

Giovedì 08 Febbraio 2018 – ore 15,00 – sala civica di Vago

IMG_6101VIAGGIvideo-play-button
Dalla Persia all’Iran: alla
scoperta di un paese leggendario
proiettato nel futuro.
Giorgio De Carli

Persia, un nome che evoca il fascino di imperi scomparsi, di una cultura millenaria, di città favoleggiate.
Un Paese dove vecchio e nuovo, passato e presente si mescolano in un modo affascinante.
Oggi la Persia si chiama Iran.

VmhDFtairan-540343.660x368